Chi è lo psicoterapeuta

La formazione dello specialista del comportamento non termina con il corso di laurea quinquennale, l’anno di tirocinio e l’Esame di Stato. Se lo Psicologo vuole esercitare anche la Psicoterapia deve frequentare un ulteriore scuola di specializzazione della durata di quattro anni che prevede anch’essa tirocini intermedi ed un esame finale che consente l’iscrizione ad una apposita sezione dell’Albo Professionale riservata agli Psicologi che siano anche Psicoterapeuti, con ciò la formazione raggiunge complessivamente i 10 anni, benché essa non possa dirsi mai conclusa.

Articolo 3 della Legge n.56 del 1989: Esercizio dell’attività psicoterapeutica. “1. L’esercizio dell’attività psicoterapeutica è subordinato ad una specifica formazione professionale, da acquisirsi, dopo il conseguimento della laurea in psicologia o in medicina e chirurgia, mediante corsi di specializzazione almeno quadriennali che prevedano adeguata formazione e addestramento in psicoterapia, attivati ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 10 marzo 1982, n. 162, presso scuole di specializzazione universitaria o presso istituti a tal fine riconosciuti con le procedure di cui all’articolo 3 del citato decreto del Presidente della Repubblica .

La Psicoterapia è un processo condiviso e strutturato con l’obiettivo di affrontare e ridurre il disagio e la sofferenza psicologica, le disarmonie della personalità e delle relazioni, i sintomi psicopatologici, individuando ed analizzando le cause che ne sono all’origine.Lo Psicologo-Psicoterapeuta lavora con il singolo o con il gruppo cercando di modificare, in modo a volte radicale, l’organizzazione di personalità che si sia rivelata non più adattiva dal punto di vista dell’equilibrio interno o sul piano relazionale. Il colloquio è il principale strumento operativo della psicoterapia, non le è, tuttavia, estraneo il diretto coinvolgimento del paziente attraverso compiti allo stesso assegnati.

Lo Psicoterapeuta lavora sempre senza prescrivere farmaci, ma senza escludere la possibilità che la persona possa assumerli in momenti particolari e sotto controllo medico. Talvolta vengono utilizzati anche tests, interviste, questionari, disegni e, con i bambini, il gioco.

Attraverso tale metodo partecipato la persona diventa protagonista attiva della sua vita, ed in particolar modo del proprio processo di guarigione imparando come reagire e risolvere situazioni di sofferenza e stress, migliorando la qualità della propria vita. Obiettivo comune dello Psicoterapeuta del paziente è lo sviluppo individuale di quest’ultimo.